Dona ora

Pubblicato in News, Progetto

Cotonou_Vidomegon.jpg

Cotonou: un luogo sicuro in cui trascorrere la notte per le bambine schiave

Le FMA punto di riferimento per la lotta dei diritti dell’infanzia in Benin

 

 

 

Si chiamano vidomegon, e sono il retaggio di un’usanza coloniale. Anticamente erano bambine affidate dalle famiglie delle zone rurali ad un tutore o ad una tutrice, spesso parenti, con lo scopo di garantirne una migliore educazione e formazione. Ora sono piccole schiave. Vengono vendute dalle poverissime famiglie d’origine e impiegate come manodopera a basso costo; vittime di violenze psicologiche e fisiche di ogni genere, vivono la loro infanzia lavorando come domestiche e cuoche presso case private e soprattutto vendendo e trasportando merci di vario genere nei mercati. Qui le vidomegon passano la loro vita, lavorando di giorno e dormendo di notte sotto i banchi, nella promiscuità più totale, sfruttate e molestate. Le Figlie di Maria Ausiliatrice sono attive nel mercato di Cotonou, Dantokpa, il più grande di tutta l’Africa, dal 2001. Ormai rappresentano il punto di riferimento principale del Paese nella lotta dei diritti per l’infanzia. Tutte le loro azioni sono mirate alla reintegrazione delle vidomegon nella società e nella famiglia d’origine e il primo passo di questo lungo percorso avviene proprio al mercato, nella Baracca Vidomegon. Uno spazio di accoglienza, in cui le bambine lavoratrici possono riposarsi, chiedere aiuto, trovare un momento di spensieratezza attraverso la partecipazione ad attività ricreative. Ora le missionarie salesiane intendono dare forma ad un altro luogo di primo intervento nei pressi di Dantokpa: un dormitorio in grado di ospitare durante la notte 70 vidomegon.  Il progetto prevede la costruzione di un edificio presso la Maison de l’Esperance, un centro di formazione rivolto alle ragazzine che hanno già iniziato a cambiare vita. L’obiettivo principale dell’iniziativa è garantire alle vidomegon un luogo in cui cui poter dormire in totale sicurezza, ma anche le attività di sensibilizzazione e sostegno che ruotano intorno a questo spazio occupano un posto di rilievo nel progetto. Oltre ad avere un materasso comodo a disposizione, le ragazze saranno seguite da uno psicologo e da un’assistente che, oltre ad aiutarle ad elaborare i traumi che hanno subito, le aiuteranno ad aprirsi al futuro, con l’aiuto delle ragazze che già frequentano la Maison de l’Espérance per diventare panettiere, cuoche, pasticcere, e che si sono lasciate alle spalle un passato da schiave. Aiuta le suore salesiane a garantire sicurezza alle vidomegon del mercato di Cotonou, aiutale ad allontanarle dalla strada e ad accompagnarle con mano sicura verso un futuro dignitoso! Lo stipendio di una psicologa part-time è di 80 € mensili; una zanzariera da letto costa 6.50€; le cure sanitarie per ciascuna ragazza ammontano a 60 € all’anno. Se puoi, aiuta queste ragazzine a poter contare su un luogo sicuro in cui dormire. Grazie, da tutte le vidomegon del mercato di Cotonou!

Codice progetto 23096

 dona-ora.png

Altri articoli...