Natale in Vaticano, un concerto per contrastare l’emergenza sociale

concnatnews

Contrastare l’emergenza sociale e educativa provocata dalla pandemia del Covid-19 è il tema della 28° edizione del Concerto di Natale in Vaticano. Lo storico Concerto a sostegno dei progetti di Missioni Don Bosco e della Fondazione Scholas Occurrentes, i due enti destinatari della raccolta fondi, avrà luogo anche quest’anno. Un evento straordinario che, data l’emergenza sanitaria, si terrà nell’Auditorium della Conciliazione senza pubblico in sala.

Il concerto, che andrà in onda il 24 dicembre su Canale 5, diretto da Federica Panicucci insieme a Don Davide Banzato, avrà molti volti noti del panorama musicale italiano e internazionale: Malika Ayane, Arisa, Nek, Ron, Emma Marrone, Renato Zero, Roby Facchinetti, Tosca, Moreno, Annalisa, Antonino e Andrea Griminelli, oltre agli artisti internazionali come Dotan, Hong-Hu Ada, Amy Macdonald, Aida Garifullina.

Quest’anno, all’interno del Concerto di Natale, per dare maggior supporto ai progetti, è nata la prima edizione della “Christmas Virtual Race – Run for Charity“. Una corsa di solidarietà in collaborazione con la Corsa de Santi che si svolgerà dal 19 al 31 dicembre in modalità virtuale, chiunque potrà iscriversi alla piattaforma Eternow, scaricare l’app, scegliere il percorso che preferisce e registrare la propria performance in tempo reale. Questa nuova iniziativa sarà presentata durante il Concerto dalle due stelle dello sporto nazionale: la nostra carissima pluripremiata Fiona May e il calciatore campione del mondo Gianluca Zambrotta.

Per la 28° edizione il progetto di solidarietà promosso da Missioni Don Bosco riguarda le tante attività che i missionari salesiani hanno avviato, appena l’emergenza sanitaria è arrivata nelle missioni, e stanno tuttora portando avanti per contrastare l’epidemia da covid-19, numerosi progetti in 55 Paesi che finora hanno coinvolto più di 10 milioni di persone.

La famiglia salesiana non si è fatta trovare impreparata, l’azione coordinata dei missionari salesiani in missione si svolge attraverso programmi di sensibilizzazione, distribuzione di generi alimentari e di mascherine, assistenza per la didattica e l’accoglienza. Aiuti che sono concentrati nelle aree maggiormente colpite dalla pandemia da covid-19, dall’India al Perù, dal Brasile alla Repubblica Democratica del Congo, dalla Bolivia al Burundi. Paesi che non hanno i nostri stessi standard di benessere, non hanno sistemi sanitari solidi ed efficienti, non hanno medici e posti letti sufficienti.

Inoltre l’emergenza sanitaria ha messo a rischio l’istruzione primaria di 40 milioni di bambini. Tantissimi giovani, ragazzi, bambini sono stati costretti, a causa della pandemia, ad abbandonare la scuola e ad andare a lavorare, chiedere l’elemosina. E in tanti paesi, abbandonare la scuola significa non ricevere più un pasto assicurato, un pasto che ora le famiglie devono in qualche modo procurarsi per crescere i propri figli, pur vivendo nella povertà più assoluta.

La concretezza salesiana è un fattore che sta facendo la differenza in tante missioni povere, l’obiettivo del Concerto di Natale è raccogliere fondi per continuare a portare avanti le numerose attività per aiutare migliaia di persone in difficoltà a causa di questa terribile epidemia.

Per sostenere il progetto “Insieme facciamo rete per il nostro futuro” promosso da Missioni Don Bosco e Fondazione Scholas Occurrentes per il Concerto di Natale in Vaticano puoi donare al 45530 oppure attraverso una donazione online sul sito Enternow fino al 31 dicembre

Vi aspettiamo per seguire il Concerto in prima serata il 24 dicembre su Canale 5 oppure in replica il pomeriggio del 25 dicembre.

In questo Natale diverso dal solito, restiamo uniti, facciamo rete per il nostro futuro!

Condividi su twitter
Twitter
Condividi su facebook
Facebook

RESTA IN CONTATTO CON NOI

Registrati alla nostra newsletter, agli SMS o se vuoi ricevere le nostre comunicazioni cartacee